Messaggio

Taglio ferie giudici alla Consulta

avv. Romolo Reboa, avv. Reboa, Romolo Reboa, Reboa, Romolo, Ingiustizia la PAROLA al POPOLO, la PAROLA al POPOLOLe ferie dei magistrati saranno decise dalla Consulta. E' finito al suo vaglio infatti per sospetta incostituzionalità l'art. 16 del decreto legge 132/14 che prevede la riduzione delle ferie annuali dei magistrati da 45 a 30 giorni. In vigore dal 13 settembre, il decreto in questione, che riforma la giustizia civile, violerebbe infatti l'articolo 3 e 77. A sollevare la questione il giudice Elio Manenti, gip del tribunale di Ragusa, il quale nell'ordinanza presentata spiega i motivi per cui sarebbero violati gli articoli della Costituzione. L'articolo 77 della Carta sarebbe violato perché "è una contraddizione in termini far passare sotto forma di decreto un provvedimento che si stabilisce entri in vigore a partire dal 2015". Mentre la violazione dell'art. 3 deriverebbe dalla circostanza che l'articolo 16 parifica nei fatti i magistrati agli impiegati pubblici a cui la legge assegna circa 30 giorni di ferie, con la differenza che "mentre gli impiegati vanno in ferie e da quel momento possono tranquillamente non essere più rintracciabili per tutto il periodo, i magistrati hanno invece l'obbligo di essere sempre reperibili e comunque rintracciabili. Per non parlare di tanti colleghi che si portano a casa il lavoro". Ora sarà la Consulta ad esprimersi sulla vicenda.