Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

    Guarda la Cookie Policy

Il 5 luglio astensione dalle udienze contro la chiusura dei tribunali

Acque agitate nel mondo della giustizia e il 5 luglio nuova astensione dalle udienze decisa dall'assemblea dell'Organismo Unitario dell'Avvocatura italiana - Oua il fine settimana scorso contro la revisione della geografia giudiziaria. Approvato un documento (di seguito in versione integrale) veemente a tutela del "sistema giustizia", con il quale si evidenzia come la soppressione di centinaia di tribunali cosiddetti "minori", uffici di giudici di pace e sedi distaccate sia una scelta irrazionale, inutile e un grave errore per il funzionamento della macchina giudiziaria. L'Oua lancia al Ministero di via Arenula anche una controproposta per salvaguardare almeno 230 uffici di giudici di pace (in allegato l'elenco provvisorio). "È una revisione irrazionale e insensata che azzoppa la macchina giudiziaria – spiega de Tilla – assisteremo alla creazione di grandi tribunali (nelle maggiori città italiane come Roma e Napoli) e la conservazione di piccolissimi tribunali. E, invece, verrebbero cancellati proprio quei medi tribunali, spesso sempre esempio di produttività ed efficienza". Nel deliberato dell'Oua, sottolinea de Tilla si rileva, inoltre, che la totale soppressione degli uffici del GdP non circondariali si pone in netto contrasto con la legge istitutiva di questo giudice che aveva individuato nella Giustizia laica lo strumento per essere il più vicino possibile alle esigenze del cittadino nell'accedere alla "giustizia" cosiddetta "minore". A conferma, ancora oggi sul sito del Ministero della Giustizia, nell'illustrazione delle finalità demandate alla giustizia di pace, si legge che "il giudice di pace è l'ufficio giudiziario che per sua dislocazione geografica sul territorio è il più vicino al cittadino". Non solo, denuncia ancora il presidente Oua, la totale soppressione delle sezioni distaccate e di un cospicuo numero di tribunali non capoluogo di provincia si pone in netto contrasto con i principi della delega, perché ignora in maniera rilevante il criterio di ridistribuzione territoriale che, assieme agli altri parametri individuati in estensione territoriale, infrastrutture, criminalità, costituivano il punto essenziale della normativa di agosto 2011. In diverse realtà sede di tribunale sono state già decise incisive forme di protesta e l'Oua, considerando anche i tempi fortemente ristretti (la legge delega scade il 14 settembre, per cui è presumibile, considerando le ferie estive, che il Governo possa legiferare già entro il mese di luglio) sollecita necessarie ed immediate forme di protesta che inducano il Governo a prendere in esame le proposte dell'Avvocatura e dei territori interessati, annunciando il proprio deciso sostegno e l'adesione ad ogni forma di protesta sul territorio insieme ai cittadini e ai sindaci. Nel proclamare l'astensione dalle udienze per il giorno giovedì 5 luglio – conclude de Tilla - con contestuale convocazione di assemblee in tutti gli uffici giudiziari, l'assemblea dell'Oua, sentiti anche i componenti del Coordinamento degli Ordini Forensi Minori, ha deliberato una serie di clamorose iniziative: 1) sollevare in tutte le sedi questioni di incostituzionalità della normativa sulla geografia giudiziaria investendo dell'argomento anche il Parlamento e il Governo; 2) aderire e partecipare a tutte le manifestazioni indette dai Consigli sul territorio; 3) chiedere l'audizione nelle Commissioni Giustizia del Senato e della Camera sulla revisione della geografia giudiziaria; 4) chiedere al Ministro della Giustizia l'immediata trasmissione del progetto di revisione della geografia giudiziaria preannunciato sulla stampa; 5) proporre una legge di iniziativa popolare per la riformulazione dei criteri di revisione della geografia giudiziaria sulle basi delle indicazioni espresse dall'OUA e recepite nella mozione finale del Congresso Straordinario Forense di Milano; 6) contrastare la proposta normativa sull'appello cassatorio e sulla legge Pinto; 7) invitare gli avvocati a non versare il contributo unificato, in segno di protesta, sulla base delle indicazioni formulate dal Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Nola; 8) chiedere audizione al Capo dello Stato e ai Presidenti di Camera e Senato per illustrare le ragioni dell'Avvocatura sulla revisione della geografia giudiziaria, sul processo civile e sulla riforma della professione forense.

Banner

Newsletter

Newsletter

Immagini da In-giustizia 

http://www.in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/348377IMG_2330.JPG

404

404: Not Found Sorry, but the content you requested could not be found Leggi tutto

http://www.in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/466707Antonio_Di_Pietro.JPG

La riforma organica della magistratura onoraria

 Nell’ultimo decennio, per contenere l’arretrato giudiziario e alleggerire il carico di lavoro dei magistrati togati, la giurisdizione é stata devoluta sempre più ai magistrati onorari, sia aumentando progressivamente la competenza Leggi tutto

http://www.in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/653028Immagine_015.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://www.in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/576096Romolo_Reboa_078.JPG

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://www.in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/585707NI2_4866.jpg

Ricadute sugli uffici e sul personale giudiziario della riforma

La parola a Paola Saraceni, Segretario nazionale UGL Ministeri.   Le modifiche apportate dalla riforma del processo civile a detta di molti determinerà un eccezionale aggravio per l’attività giudiziaria in generale ed Leggi tutto

http://www.in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/221145Immagine_008.JPG

Il sistema giustizia per Santacroce

Incontro con il Presidente della Corte di Appello di Roma   Questo doveva essere il resoconto di un’intervista a tu per tu con il Presidente della Corte d’Appello di Roma, Dott. Leggi tutto

http://www.in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/447772Immagine_007.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://www.in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/975780Distribuzione_giornale_1993_33.jfif

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://www.in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/97025316_dicembre.JPG

"Per i diritti degli ultimi"

La tradizionale serata di fine anno della rivista Venerdì 16 dicembre 2011 la nostra Capitale ha cambiato aspetto, o almeno così è stato in via Flaminia 213 dove, presso lo Studio Leggi tutto