Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

    Guarda la Cookie Policy

Cassa Nazionale Forense: mela stregata?

avv. Romolo Reboa, avv. Reboa, Romolo Reboa, Reboa, Romolo, Ingiustizia la PAROLA al POPOLO, la PAROLA al POPOLOCari amici e lettori, e soprattutto cari Colleghi, oramai dal mese di febbraio 2013 la tanto annunciata Riforma forense è partita e, se non ha già mietuto le prime vittime, purtroppo a lungo andare potrebbe farlo. Nell'ambio del tristemente noto programma di "rinnovamento", il punto che reputo essere uno dei peggiori, il più contrastante con la laicità e la libertà di pensiero e azione, nel rispetto della normativa deontologica, che caratterizza la professione di Avvocato e, per ciò stesso, a mio parere il più deprecabile è l'obbligatorietà dell'iscrizione alla Cassa nazionale Forense per tutti coloro che sono iscritti all'Albo degli Avvocati. E, se la matematica non inganna, facendo l'equazione che esercitare come Avvocato richiede la necessaria iscrizione all'Albo va da se che l'esercizio della professione di Avvocato comporta l'obbligo di iscrizione – di pagare – alla Cassa. Alla domanda "Chi ha l'obbligo di iscriversi alla Cassa?", la risposta da manuale è "I professionisti hanno l'obbligo di iscriversi alla Cassa Forense a partire dall'anno in cui producono un reddito con un volume d'affare maggiore o uguale al limite minimo stabilito per quell'anno dal Comitato dei Delegati per la prova dell'esercizio continuativo della professione". E se non si provvede ad adempiere questo obbligo ...del doman non v'è certezza. Ebbene, queste righe hanno dell'aberrante e dell'assurdo, almeno a parere di chi scrive: "obbligo" di iscrizione? Fin dal mio praticantato mi è sempre stata insegnata una cosa che non dimenticherò mai: la professione di Avvocato è una missione e l'Avvocato ha in sé l'appartenenza a se stesso, la libertà di pensiero e la non sottomissione ad ordini dati dall'alto. Questa, già solo con l'utilizzo di parole come quelle evidenziate, senza nemmeno pensare all'applicazione pratica delle stesse, è proprio la falce che distrugge la libertà e la dignità vera e profonda del professionista. La parola "obbligo" è in antitesi con l'arte dell'avvocatura e con uno Stato di diritto, quale era e deve continuare ad essere l'Italia, un Paese che oltre a tante ricchezze artistiche, storiche, naturali, imprenditoriali ha quella di una tradizione forense che non può e non deve essere piegata da chi appare come la bella regina della favola di Biancaneve, che offre una mela nuova ma stregata. Beh una cosa è sicura: a differenza della favola vera, per l'Avvocatura italiana il principe azzurro, per salvarla, è l'Avvocatura stessa, italiana e romana, con la sua tradizione di secoli. I nostri "genitori del diritto" ci hanno tramandato una frase che non è solo un motto ma è una strategia di pensiero e azione un antidoto contro la mela stregata, per svegliarsi dal torpore e reagire: Nihil difficle volenti!

Paola Tullio

Avvocato del foro di Roma

Addetto stampa di A.T.R.

Banner

Newsletter

Newsletter

Immagini da In-giustizia 

http://www.in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/348377IMG_2330.JPG

404

404: Not Found Sorry, but the content you requested could not be found Leggi tutto

http://www.in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/466707Antonio_Di_Pietro.JPG

La riforma organica della magistratura onoraria

 Nell’ultimo decennio, per contenere l’arretrato giudiziario e alleggerire il carico di lavoro dei magistrati togati, la giurisdizione é stata devoluta sempre più ai magistrati onorari, sia aumentando progressivamente la competenza Leggi tutto

http://www.in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/653028Immagine_015.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://www.in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/576096Romolo_Reboa_078.JPG

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://www.in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/585707NI2_4866.jpg

Ricadute sugli uffici e sul personale giudiziario della riforma

La parola a Paola Saraceni, Segretario nazionale UGL Ministeri.   Le modifiche apportate dalla riforma del processo civile a detta di molti determinerà un eccezionale aggravio per l’attività giudiziaria in generale ed Leggi tutto

http://www.in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/221145Immagine_008.JPG

Il sistema giustizia per Santacroce

Incontro con il Presidente della Corte di Appello di Roma   Questo doveva essere il resoconto di un’intervista a tu per tu con il Presidente della Corte d’Appello di Roma, Dott. Leggi tutto

http://www.in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/447772Immagine_007.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://www.in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/975780Distribuzione_giornale_1993_33.jfif

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://www.in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/97025316_dicembre.JPG

"Per i diritti degli ultimi"

La tradizionale serata di fine anno della rivista Venerdì 16 dicembre 2011 la nostra Capitale ha cambiato aspetto, o almeno così è stato in via Flaminia 213 dove, presso lo Studio Leggi tutto